Campo P.G. n. 117 di Ruscio

Ruscio, frazione del comune di Monteleone di Spoleto (Perugia) - Italia
Tipo di campo
campo per prigionieri di guerra da agosto 1942
Fonte: DPG27 DPG28
Numero campo prigionieri di guerra
P.G. 117
Numero posta militare
P.M. 3300
Funzione
lavoro obbligatorio p.g.
Tipologia di internati
P.G. per sottufficiali e truppa
P.G. ex jugoslavi
Fonte: DPG18
Alle dipendenze di
Regio Esercito. XVII Corpo d'Armata da agosto 1942
Fonte: DPG27
Numero internati
100 P.G. il 1 settembre 1942
Fonte: DPG18
99 P.G. il 30 settembre 1942
Fonte: DPG24
101 P.G. (di cui 5 di altre nazionalità) il 30 novembre 1942
Fonte: DPG25 DPG26
101 P.G. (di cui 6 di altre nazionalità) il 31 dicembre 1942
Fonte: DPG29 DPG30
96 P.G. il 31 gennaio 1943
Fonte: DPG31 DPG32
96 P.G. (compreso un mediorientale) il 28 febbraio 1943
Fonte: DPG33 DPG34
49 P.G. (di cui un mediorientale) il 31 marzo 1943
Fonte: DPG35 DPG36
Storia

Il campo di lavoro per prigionieri di guerra P.G. N. 117 di Ruscio, una frazione del comune di Monteleone di Spoleto, viene aperto nell'agosto del 1942 (vedi DPG28).

 

100 internati, prigionieri di guerra ex jugoslavi, risultano presenti nel campo alla data del primo settembre 1942 (vedi DPG18).

 

Il numero di internati si mantiene più o meno uguale fino al 28 febbraio del 1943, quando nel campo di lavoro P.G. 117 ci sono 96 prigionieri di cui 42 serbi, 11 croati, 24 albanesi, 5 montenegrini, 13 nuovi italiani (sloveni della provincia di Lubiana), e 1 mediorientale (vedi DPG33 e DPG34).

 

Il mese seguente i prigionieri di guerra del campo N. 117 sono dimezzati (vedi DPG35 e DPG36).

 

Per capire cosa è accaduto si deve leggere un documento dell'Ufficio Prigionieri di Guerra del 29 febbraio 1942: "Si dispone il trasferimento dai campi 115 e 117 al campo 62 di tutti i pg. ammalti ed invalidi o comunque non in grado - per effetto del loro deperimento organico - di essere impiegati in lavori" (vedi DRU04; vedi anche DPG43 in cui si trova il verbale di ispezione al campo del primi giorni di marzo 1943)

 

Evidentemente, dopo sette mesi di permanenza nel campo, i prigionieri sono ridotti in pessime condizioni fisiche. Lo stesso documento ci conferma anche il tipo di lavoro cui sono obbligati gli internati: "Qualora l'esito degli accordi con l'azienda mineraria interessata dovessero concretarsi in senso negativo, il campo n. 117 dovrà essere sciolto" (vedi DRU04).

 

L'azienda cui si fa riferimento è la Società Mineraria Umbra che gestisce la miniera di lignite di Ruscio (informazione reperita on line sul sito www.proruscio.it dove si trovano altre informazioni sul luogo e sui campo di prigionia).

 

Ma il campo di Ruscio non viene sciolto, cambia solo la "tipologia" dei suoi internati. Sempre il documento del 29 febbraio ha stabilito che i prigionieri di guerra ancora in grado di lavorare (cioè quelli che non sono stati trasferiti al campo di Grumello del Piano) vengano mandati al campo di lavoro di Marsciano (P.G. N. 115) e sostituiti con internati civili di nazionalità montenegrina prelevati dal campo per internati civili di Colfiorito (vedi DRU04).

 

Quindi, nell'aprile del 1943, il campo P.G. N. 117 di Ruscio cessa di operare come campo di lavoro per prigionieri di guerra e diventa un campo di lavoro per internati civili alle dipendenze di un campo per prigionieri di guerra, il P.G. N. 115 di Morgnano (vedi DRU04).

 

Vai alla scheda sul campo di lavoro per internati civili di Ruscio


note

La ricerca sui campi italiani per prigionieri di guerra è ancora in corso (novembre 2012).

 

Le informazioni qui riportate sono tratte da alcuni documenti conservati presso l'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito e riguardano solo il periodo che va da marzo 1942 a marzo 1943.

 

I dati di questa scheda sono quindi incompleti e ancora da verificare.


 
Risorse
Documenti

Documenti

Documenti

Immagini

Campo di concentramento di Ruscio
Campo di concentramento di Ruscio (baracche)
Campo P.G. n. 117 di Ruscio (Visita del Nunzio Apostolico)
Campo P.G. n. 117 di Ruscio (Visita del Nunzio Apostolico)
Documenti

Testimonianze

Provvedimenti

Disposizioni

Links

Links

© TpS Topografia per la Storia: i materiali tutelati dalla legge sul diritto d'autore o concessi a TpS Topografia per la Storia dagli aventi diritto non possono essere riprodotti senza la nostra autorizzazione