Internamento di congiunti di ribelli

Data:

03-09-1942

Ente intestario:

Stato Maggiore Regio Esercito. Ufficio Protezione Impianti e Difesa Antiparacadutisti

Autore:

Ambrosio

Qualifica:

Capo di Stato Maggiore dell'Esercito

Destinatario:

Ministero dell'Interno. Gabinetto

Contenuto:

Il Comando della Difesa Territoriale di Milano ha comunicato che sono di recente affluiti nel territorio di sua competenza 72 congiunti di ribelli i quali sono stati alloggiati in Cingia de' Botti (frazione di Pieve di Guastalla).
La sorveglianza è affidata alla stazione dei CC.RR di detta località (7 militari).
Pur condividendo i motivi dell'internamento, si prospetta l'opportunità di raccogliere in appositi luoghi di concentramento, fuori dal contatto con la popolazione civile ed adeguatamente vigilati dalle forze di polizia gli sfollati dai territori della Venezia Giulia.

Luoghi citati:

Cingia de' Botti - Località di internamento

© TpS Topografia per la Storia: i materiali tutelati dalla legge sul diritto d'autore o concessi a TpS Topografia per la Storia dagli aventi diritto non possono essere riprodotti senza la nostra autorizzazione
Sostieni il progetto campifascisti.it