Liberazione internati (provincia di Chieti)

Ente intestatario
Regia Prefettura di Chieti
Autore
Firma illeggibile
Qualifica
Prefetto
Data
08/08/1943
Destinatario
Ministero dell'Interno. Direzione Generale di P.S. Divisione A.G.R.
Contenuto

Con riferimento al dispaccio ministeriale 30 luglio u.s. n. 46984/441 si comunicano gli elenchi degli internati liberati e di quelli ancora trattenuti (comunisti e accusati di spionaggio).

Segue elenco nominativo in cui sono citate le seguenti località di internamento in provincia di Chieti: Carunchio, Roccaspinalveti, Bucchianico, Castel Frentano, Gissi, Scerni, Guardiagrele, Castiglion Messer Marino, Atessa, Torricella Peligna, Archi, Bomba, Lanciano, oltre al campo di concentramento di Istonio

Archivio e collocazione

Archivio Centrale dello Stato

Ministero dell'Interno, Direzione Generale Pubblica Sicurezza, Divisione Affari Generali e Riservati. Archivio generale, Ufficio internati (1939-1945), A/C e A/I, ariani in campi di concentramento e in località di internamento 1940-1945, Busta 77, Fascicolo 2249 (Fracasso Gaspare di Pietro)

 

VIETATA LA RIPRODUZIONE

 

Sigla
AC01600
Documenti